fbpx Skip to content

Linee guida compartimentazione antincendio: focus sulla misura S.3 del Codice di Prevenzione Incendi

Pubblicata dall’INAIL la Linea Guida “Compartimentazione Antincendio: Focus sulla Misura S.3 del Codice di Prevenzione Incendi” curata dal Dipartimento innovazioni tecnologiche e sicurezza degli impianti, prodotti e insediamenti antropici in collaborazione con l’Università Sapienza di Roma, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco e il Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI).

La linea guida tratta il capitolo S.3 del Codice di Prevenzione Incendi dedicato alla compartimentazione antincendio.

Il documento attraverso anche “caso di studio” che consistono nella descrizione di situazioni realistiche, sviluppa e approfondisce le misure di compartimentazione previste del Codice di Prevenzione Incendi, illustrandone l’applicazione pratica in contesti reali.

Riportiamo di seguito l’indice del documento:

1. Obiettivi
2. Introduzione
3. Le soluzioni fornite dal Codice – la misura antincendio S.3
S.3.1 Premessa
S.3.2 Livelli di prestazione
S.3.3 Criteri di attribuzione dei livelli di prestazione
S.3.4 Soluzioni progettuali
S.3.5 Caratteristiche generali
S.3.6 Progettazione dei compartimenti antincendio
S.3.7 Realizzazione dei compartimenti antincendio
S.3.8 Distanza di separazione per limitare la propagazione dell’incendio
S. 3.9 Ubicazione
S.3.10 Comunicazioni tra attività
S.3.11 Metodi per la determinazione della distanza di separazione
S.3.12 Riferimenti
La compartimentazione nelle nuove RTV
4. La misura antincendio compartimentazione
5. La continuità della compartimentazione
Caso studio 1: valutazione irraggiamento termico verso un bersaglio esterno all’edificio sorgente
Caso studio 2: stabilimento per attività di produzione e stoccaggio di materiale plastico

PER VISUALIZZARE LE LINEE GUIDA DELLA SEZIONE “PREVENZIONE INCENDI” CLICCA QUI.

Vega Engineering, con più di vent'anni di esperienza nel settore, si propone come partner qualificato in grado di assistere le aziende clienti nella scelta delle misure di sicurezza antincendio più adatte, a partire dalla progettazione sino alla realizzazione delle opere, alla certificazione delle strutture, per arrivare infine al conseguimento dell’attestato di conformità antincendio rilasciato dal locale Comando dei Vigili del Fuoco ai sensi del D.P.R. 151/11.

Documenti correlati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni