fbpx Skip to content

Linee guida per il settore della musica e delle attività ricreative, ai sensi dell’art. 198 del D.Lgs. 81/2008

Il D.Lgs. 81/2008 si applica a tutti i lavoratori, come definiti nell’art. 2, comma 1, lett. a), compresi i lavoratori nei settori della musica e dell’intrattenimento. L’articolo 198 del D.Lgs. 81/2008, che ha recepito l’articolo 14 della Direttiva 2003/10/CE, recita quanto segue: “Su proposta della Commissione permanente per la prevenzione degli infortuni e l’igiene del lavoro di cui all’articolo 6, sentite le parti sociali, entro due anni dalla data di entrata in vigore del presente capo, la Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e di Bolzano definisce le linee guida per l’applicazione del presente capo nei settori della musica, delle attività ricreative e dei call center”.

Vega Engineering ha qui pubblicato il documento richiamato dal citato articolo 198 del D.Lgs. 81/2008.
Di seguito si riporta l’indice del documento:
1. D.Lgs. 81/2008 e settori della musica e dell’intrattenimento

2. Introduzione
3. Chi sono i soggetti a rischio ?
4. Misura e valutazione del rischio di esposizione a rumore
5. Modalità di limitazione dell’esposizione
6. Informazione e formazione
7. Sorveglianza sanitaria
8. Bibliografia
9. Allegati
10. Credits
Allegato 1: Parere espresso dal Consiglio Superiore di Sanità, nella seduta del 19.1.2011,

riguardante il “Rischio rumore nelle discoteche. Iniziative di prevenzione”.
Allegato 2: Misura dell’esposizione a rumore nel settore della musica.
Allegato 3: Requisiti e standard acustici di alcuni luoghi di lavoro non industriali
Allegato 4: Principali esami specialistici nell’ambito dell’attività di sorveglianza sanitaria
 
Per ulteriori approfondimenti sul Rischio Rumore, CLICCA QUI

Documenti correlati