fbpx Skip to content

DIRETTIVA MACCHINE: LA SICUREZZA DI MACCHINE E DEGLI IMPIANTI

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

DIRETTIVA MACCHINE: LA SICUREZZA DI MACCHINE E DEGLI IMPIANTI

DIRETTIVA MACCHINE: LA SICUREZZA DI MACCHINE E DEGLI IMPIANTI

La sicurezza delle macchine messe a disposizione ed utilizzate dai lavoratori costituisce uno degli aspetti fondamentali per evitare gli infortuni sul lavoro.

In generale, le macchine devono essere conformi alla legislazione e normativa sulla sicurezza e devono rispondere:

MARCATURA CE DELLE MACCHINE SECONDO LA DIRETTIVA 2006/42/CE

La marcatura CE delle macchine è l’atto formale con il quale il fabbricante di una macchina o il suo mandatario attesta la conformità della stessa a tutti i requisiti di salute e sicurezza indicati nelle direttive di prodotto applicabili, prima fra tutte la direttiva macchine.

La valutazione della conformità delle macchine non richiede, tranne per alcuni casi particolari, l’intervento di un “terzo controllore”, cioè di un Organismo Notificato, ma in genere viene effettuata dal costruttore stesso.

La direttiva macchine 2006/42/CE è stata recepita in Italia con il D. Lgs. 17/2010 che prevede, tra le varie incombenze a carico del fabbricante della macchina (o del suo mandatario), anche l’elaborazione del “fascicolo tecnico”.

COS’E’ IL FASCICOLO TECNICO DELLA MACCHINA?

Il fascicolo tecnico di una macchina è l’insieme dei documenti e degli elaborati che dimostrano in maniera formale che direttive (in primis, ma in genere non solo, la direttiva macchine) e norme sulla sicurezza, pertinenti al prodotto realizzato, sono state rispettate.

Il fascicolo tecnico, è generalmente composto da una serie di documenti, quali:

  • una descrizione generale della macchina
  • un disegno complessivo della macchina e dagli schemi dei circuiti di comando, nonché le relative descrizioni e spiegazioni necessarie per capire il funzionamento della macchina
  • i disegni dettagliati e completi, eventualmente accompagnati da note di calcolo, risultati di prove, certificati, ecc., che consentano la verifica della conformità della macchina ai requisiti essenziali di sicurezza (RES) e di tutela della salute
  • la documentazione relativa alla valutazione dei rischi che deve dimostrare la procedura seguita per tale analisi e valutazione
  • le norme e dalle altre specifiche tecniche applicate, che indichino i requisiti essenziali di sicurezza (RES) rispettati dalla macchina e di tutela della salute coperti da tali norme
  • qualsiasi relazione tecnica che fornisca i risultati delle prove svolte dal fabbricante stesso o da un organismo scelto dal fabbricante o dal suo mandatario
  • un esemplare delle istruzioni della macchina (manuale della macchina)
  • se del caso, dalla dichiarazione di incorporazione per le “quasi-macchine” incluse e dalle relative istruzioni di assemblaggio
  • se del caso, da copia della dichiarazione CE di conformità delle macchine o di altri prodotti incorporati nella macchina
  • una copia della dichiarazione CE di conformità

L’ANALISI DEI RISCHI PER LA SICUREZZA DELLE MACCHINE

Nel fascicolo tecnico redatto dal fabbricante della macchina deve essere presente anche la valutazione dei rischi per ogni requisito essenziale di salute e sicurezza previsto dalla Direttiva 2006/42/CE applicabile alla macchina.

Nella direttiva macchine non sono indicate le metodiche da utilizzare per effettuare la valutazione dei rischi, ma la scelta è libera e rimessa al fabbricante.

Esistono tuttavia delle norme tecniche di riferimento che possono aiutare il fabbricante nel processo di valutazione dei rischi. Particolare menzione merita la norma UNI EN ISO 12100 “Sicurezza del macchinario – Principi generali di progettazione – Valutazione del rischio e riduzione del rischio” che specifica i principi per la valutazione del rischio e la riduzione del rischio nelle macchine. Questi principi si basano sulla conoscenza e l’esperienza della progettazione, dell’utilizzo, degli incidenti, degli infortuni e dei rischi associati al macchinario. Le procedure riportate nella norma sono descritte per identificare i pericoli e stimare e valutare i rischi durante le fasi pertinenti del ciclo di vita della macchina, e per eliminare i pericoli o arrivare a ridurre sufficientemente i rischi. La norma fornisce linee di orientamento sulla documentazione e la verifica del processo di valutazione del rischio e di riduzione del rischio.

VERIFICA DELLA CONFORMITA’ DELLE MACCHINE NON MARCATE CE

Il D. Lgs. 81/08 (cosiddetto Testo Unico Sicurezza sul Lavoro) prevede, tra l’altro, la verifica della conformità di ogni macchina non marcata CE (ossia tutte le macchine realizzate in assenza di disposizioni legislative e regolamentari di recepimento delle direttive comunitarie, in particolare prima del recepimento della “vecchia Direttiva Macchine”).

Tale verifica costituisce un obbligo a carico del datore di lavoro, esplicitamente indicato nell’art. 70 del Titolo III del D. Lgs. 81/08. In particolare, per tali macchine non marcate CE è richiesta la conformità all’Allegato V del Testo Unico Sicurezza sul Lavoro.
La verifica di tale conformità delle macchine richiede specifiche conoscenze e competenze, anche relativamente alla normativa tecniche specifica sulle macchine, non necessariamente in possesso del Servizio di Prevenzione e Protezione aziendale (SPP).

Pertanto la verifica di conformità delle macchine non marcate CE ai requisiti di sicurezza previsti dall’Allegato V dovrà essere svolta da un esperto e potrà determinare anche la necessità di effettuare interventi di adeguamento specifici sulla macchina.

SERVIZI DI VEGA ENGINEERING SULLA SICUREZZA DELLE MACCHINE SECONDO LA LEGISLAZIONE E LA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE

I tecnici di Vega Engineering possono effettuare specifici interventi di analisi sulla sicurezza delle macchine, finalizzati a:

• Analizzare e verificare la conformità delle macchine ai requisiti di cui all’Allegato V del D. Lgs. 81/08, progettando eventuali interventi di adeguamento e assistendo l’azienda nella loro attuazione
• Analizzare e individuare gli eventuali “vizi palesi” presenti in macchinari di nuovo acquisto, dando indicazione delle soluzioni tecniche che sarà necessario implementare e assistendo l’azienda nella loro attuazione
• Analizzare e valutare i rischi residui delle macchine al fine di stabilire le corrette misure di sicurezza che l’azienda dovrà adottare per garantire un utilizzo sicuro del macchiario
• Assistere l’azinda nel definire le istruzioni operative per il corretto uso delle macchine
• Assistere l’azienda nel definire specifici programmi di manutenzione delle macchine
• Assistere i produttori di macchine nella progettazione delle stesse e nell’attuazione delle procedure per la marcatura CE in conformità alla Direttiva Macchine 2006/42/CE, necessarie per l’immissione nel mercato, dando il necessario supporto nella predisposizioni del “fascicolo tecnico”, del manuale d’uso e manutenzione

Per maggiori informazioni contattateci al numero di telefono 0413969013 o inoltrate le Vostre richieste cliccando sul link a piè pagina.

PER APPROFONDIRE IL TEMA DELLA SICUREZZA DELLE MACCHINE…

Benché la sicurezza delle macchine sia demandata al costruttore, il Datore di Lavoro che mette a disposizione dei lavoratori, impianti e macchinari, ma anche il RSPP che partecipa alla valutazione dei rischi, può rispondere in caso di infortunio causato da macchine non conformi alla direttiva di prodotto.

Inoltre, in azienda, frequentemente, le macchine subiscono modifiche o vengono inserite all’interno di linee produttive che, nel loro insieme, devono garantire la sicurezza dei lavoratori. Questi interventi, spesso studiati e progettati direttamente dall’azienda “utilizzatrice” possono invalidare la conformità rilasciata dal fabbricante o, nel caso della composizione di linee, possono richiedere ulteriori valutazioni.

Per approfondire tutti questi aspetti relativi alla Sicurezza delle Macchine, Vega Formazione, Ente di Formazione Accreditato dalla Regione Veneto, organizza specifici Corsi di Formazione sulla Sicurezza delle Macchine sia in Aula che in modalità E-learning: CLICCA QUI!

I corsi di formazione validi per l’aggiornamento del RSPP / ASPP si pongono l’obiettivo di approfondire il tema della sicurezza delle macchine, non solo esaminando i requisiti essenziali di sicurezza e di tutela della salute previsti dalla Direttiva Macchine 2006/42/CE, ma anche approfondendo le norme tecniche di riferimento relative alle caratteristiche dei sistemi di sicurezza (e non) che devono essere installati sulle macchine, fornendo così indicazioni pratiche sulla valutazione della conformità delle macchine e su come risolvere i casi che, frequentemente, si manifestano in azienda e richiedono interventi di adeguamento o di certificazione.

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni