fbpx Skip to content

MORTI BIANCHE IN ITALIA DA GENNAIO A LUGLIO 2016

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

Lo scenario delle morti bianche in Italia continua ad essere tragico. Da gennaio a luglio, infatti, nel nostro Paese si contano 562 infortuni mortali sul lavoro, in particolare 417 accaduti in occasione di lavoro e 145 in itinere.

Un triste scenario in cui l’unico dato positivo è rappresentato dalla diminuzione percentuale pari all’11,7% della mortalità in occasione di lavoro nel periodo di analisi, rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

Dall’elaborazione dei dati INAIL si evidenzia che l’Emilia Romagna, con 56 infortuni mortali registrati in occasione di lavoro nei primi sette mesi del 2016, continua a detenere il primato di tragedie sul lavoro.

Consultando invece quanto rilevato per macro aree territoriali, si nota che il Sud Italia continua a registrare il dato più drammatico, con un’incidenza della mortalità rispetto alla popolazione lavorativa pari al 28,2% (per milione di occupati) contro una media nazionale di 18,6. La classifica delle macro aree vede inoltre la triste ascesa al secondo posto del Nord-Est, caratterizzato da un indice pari al 19,3% (per milione di occupati).

Per un maggiore approfondimento dei dati visita la pagina dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro o clicca sui seguenti link:

Statistiche Morti sul Lavoro Osservatorio Sicurezza Lavoro Vega Engineering 31.07.2016

Incidenze Morti sul Lavoro popolazione occupata Province Osservatorio Sicurezza Lavoro Vega Engineering 31.07.2016

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni