fbpx Skip to content

LE MORTI BIANCHE AUMENTANO IN TUTTA EUROPA

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

Nei primi dieci mesi del 2017 è cresciuto il numero di decessi sul posto di lavoro: tra gennaio e ottobre sono state presentate all’INAIL circa 534mila denunce di infortuni (+0,7%), 864 dei quali con esito mortale (+1,6%).

DATI EUROSTAT
Secondo dati recenti Eurostat (2016), ogni anno oltre 3 milioni di lavoratori dell’UE-28 sono coinvolti in gravi incidenti sul lavoro, che li costringono ad almeno quattro giorni di assenza sul posto di lavoro. L’Agenzia europea per la sicurezza e la salute sul lavoro (EU-OSHA) riferisce che il 15% dei lavoratori dell’UE deve maneggiare sostanze pericolose e un altro 15% riferisce di respirare fumo, fumi o polveri durante il lavoro.
L’EU-OSHA ha recentemente stimato il costo degli incidenti sul lavoro in 476 miliardi di euro l’anno, il 3,3% del PIL dell’UE.
L’UE ha un impegno di lunga data per garantire standard elevati di condizioni di lavoro, realizzare azioni per proteggere la sicurezza e la salute sul lavoro (SSL) attraverso la questione di direttive e linee guida volte ad armonizzare i livelli di protezione dei lavoratori nell’UE, nonché come attraverso il quadro strategico dell’UE in materia di salute e sicurezza sul luogo di lavoro 2014-2020.

UE PROMOTRICE DEL SSL
A inizio anno 2017 la Commissione ha lanciato una nuova iniziativa per promuovere la salute e la sicurezza sul luogo di lavoro, infatti ad aprile del 2017 è stato introdotto il diritto ad ambienti di lavoro salubri e sicuri come parte del decimo principio chiave del pilastro europeo dei diritti sociali, proclamato solennemente dai leader dell’UE il 17 novembre 2017 al vertice sociale per la ricerca e la crescita.
L’emergere di nuovi modelli di lavoro e nuove tecnologie ha portato alla ribalta nuove sfide per la Salute e Sicurezza sul Lavoro (SSL). Con una popolazione attiva sempre più anziana, le politiche relative alla SSL dovranno essere ripensate, anche in termini di guadagni puramente economici che possono portare. La SSL aiuta a prevenire lo spreco di risorse e promuovere la produttività, limitando le malattie prevenibili e le assenze per malattia e mantenendo i lavoratori più anziani nel mondo del lavoro, con un netto vantaggio per i sistemi pensionistici e sanitari.
Speriamo che questi principi e propositi si concretizzino, viste le statistiche relative agli infortuni e denunce di malattie professionali non confortanti emerse negli ultimi tempi.

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni