fbpx Skip to content

FOTOVOLTAICO: IN ITALIA BOOM DI PICCOLI IMPIANTI

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

In Italia una quantità sempre maggiore di energia elettrica viene prodotta con mini-centrali alimentate per lo più da fonti rinnovabili: questo è quanto emerge dal Rapporto annuale sul monitoraggio della generazione distribuita pubblicato dall’Autorità per l’Energia sulla base degli ultimi dati disponibili, aggiornati al 2012.

Una tendenza che vede il nostro paese in linea con il resto dell’Europa, dove nei prossimi 16 anni si investiranno circa mille miliardi di dollari in nuova potenza da rinnovabili.

Gli impianti individuati dal Rapporto dell’Autorità per l’Energia sono di piccole e piccolissime dimensioni che nell’insieme rappresentano oltre 30 mila MW, un quarto della potenza installata totale nazionale.
Elencando un po’ di numeri le ‘mini-centrali’ presenti nel nostro paese hanno raggiunto quota 485 mila, contribuiscono al 19% della produzione nazionale totale e ben 7 su 10 utilizzano fonti rinnovabili, di quest’ultime il 31% sono impianti fotovoltaici.

Il rapporto conferma un trend di forte crescita delle mini-centrali per numero di impianti, per potenza installata e per produzione lorda. Particolarmente significativa è la percentuale degli impianti di piccola taglia, per lo più fotovoltaici: infatti, oltre il 99% degli impianti monitorati per un totale di 482 mila, è di piccolissime dimensioni con una capacità di generazione non superiore a 1 MW.

Nel Rapporto è stata utilizzata per la prima volta la definizione europea di “generazione distribuita” che comprende tutti gli “impianti di generazione connessi al sistema di distribuzione“, senza limiti di potenza, nei precedenti rapporti, invece, la generazione distribuita era definita ad impianti di produzione aventi potenza inferiore a 10 MVA.

Anche la nuova metodologia attesta il trend di forte crescita di questi anni: infatti, il confronto omogeneo per la sola classe di impianti fino a 10 MVA, evidenzia una crescita di quasi il 45% rispetto all’anno precedente con 150 mila nuovi impianti; la potenza installata è aumentata di 5.600 MW (+ 31,2%) e la produzione di 10.500 GWh (+35,9%), prevalentemente per lo sviluppo di nuovi impianti fotovoltaici.

Ampliando lo sguardo all’Europa, tra i paesi che investiranno maggiormente nel settore delle energie rinnovabili ci saranno: il Regno Unito con 197 miliardi di dollari, fra eolico, piccoli impianti fotovoltaici e gas; la Germania con un totale di 171 miliardi di dollari e a seguire Italia, Francia e Spagna.

Per visualizzare il Rapporto n.427/2014/I/Eel dell’Autorità per l’Energia clicca nel link di seguito:

Documenti correlati

  • Rapporto-Monitoraggio-dello-Sviluppo-Degli-Impianti-di-Generazione-Distribuita.pdfAccedi per scaricare

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni