fbpx Skip to content

COMMISSIONE PER GLI INTERPELLI: QUALI DOCUMENTI DEVE CONSEGNARE L’IMPRESA APPALTATRICE

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

Con Interpello n. 3 del 13 marzo 2014 la Commissione per gli Interpelli risponde al quesito relativo alla richiesta di chiarimenti in merito ai documenti che l’impresa appaltatrice è obbligata a consegnare al Committente.

Il quesito è stato posto dal Consiglio Nazionale dei dottori commercialisti e degli esperti contabili. In particolare, l’interpellante chiede se l’impresa appaltatrice è tenuta a presentare, ai sensi dell’art. 26 del D.Lgs. 81/2008:
– copia del modello LAV;
– consenso all’utilizzo dei dati sottoscritto da ogni lavoratore;
– copia del DUVRI della ditta appaltatrice;
– dichiarazione che i dipendenti dell’impresa sono in possesso del certificato di idoneità fisica;
autocertificazione di idoneità tecnico professionale.

La Commissione per gli Interpelli ritiene che, per il rispetto degli adempimenti previsti dal comma 1 dell’art. 26 del D.Lgs. n. 81/2008, l’acquisizione del certificato di iscrizione alla camera di commercio, industria e artigianato e dell’autocertificazione dell’impesa appaltatrice o dei lavoratori autonomi del possesso dei requisiti di idoneità tecnico professionale, sono elementi sufficienti a soddisfare la valutazione dell’idoneità tecnico professionale.

La Commissione per gli Interpelli sottolinea, inoltre, che il datore di lavoro Committente non può chiedere copia del DUVRI, dal momento che la redazione del suddetto documento è un obbligo, nei casi previsti, dal datore di lavoro Committente.

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni