Skip to content

Check List di Autocontrollo della Postazione di Lavoro in Smart Working da parte del Lavoratore

Le Linee Guida del Consiglio Nazionale degli Ingegneri (CNI) sullo smart working evidenziano anche le numerose criticità associate al lavoro “a distanza”, in particolare dovute allo svolgimento di un’attività lavorativa da parte di un lavoratore subordinato in luoghi di fatto non sottoposti alla giuridica disponibilità del Datore di Lavoro.

Una delle principali criticità è sicuramente la possibilità di verificare l’adeguatezza della postazione di lavoro dello “Smart Worker”, ricordando che per definizione lo smartworking è una prestazione “senza luogo” e “senza orario” (working anytime, anywhere). In ogni caso il Testo Unico in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro (D.Lgs. 81/08) richiede che il Datore di Lavoro verifichi la conformità dell’ambiente di lavoro del lavoratore, ma nel caso dello smartworker questa operazione potrebbe risultare difficile, se non di impossibile applicazione.

Per verificare l’adeguatezza della postazione di lavoro, Vega Engineering rende disponibile una “check list di autocontrollo della postazione di lavoro in smartworking da parte del lavoratore”, al fine di rendere consapevole lo smartworker di quali caratteristiche dovrebbe essere dotata una postazione di lavoro adeguata.

PER APPROFONDIRE…

Vega Formazione, Ente accreditato dalla Regione Veneto, propone i seguenti corsi di formazione fondamentali per i lavoratori in smartworking:

Documenti correlati

  • Check List di Autocontrollo della Postazione di Lavoro in Smart Working da Parte Del LavoratoreAccedi per scaricare

Vuoi essere informato sulle novità legislative e normative gratuitamente?

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni