fbpx Skip to content

Linee guida mani sicure: prevenzione infortuni in falegnameria

Per incidere positivamente sul fenomeno infortunistico nel comparto del mobile, il Servizio di Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro (SPISAL) del Dipartimento di Prevenzione dell’Azienda ULSS 21 di Legnago ha raccolto ed analizzato gli infortuni oggetto di inchiesta avvenuti nell’arco di circa venti anni. L’indagine, basata su 420 casi di infortunio grave (con oltre 40 giorni di prognosi e/o con postumi permanenti), ha evidenziato che, nonostante i cambiamenti tecnologici avvenuti nel tempo anche nelle nostre falegnamerie e l’introduzione di nuove macchine sempre più automatizzate, gli infortuni avvengono ancora prevalentemente alle cinque macchine base per la lavorazione del legno: sega circolare, toupie, pialla a filo, sega a nastro, troncatrici. Si è visto altresì che è possibile individuare una serie di dinamiche infortunistiche tipiche e ripetibili e che gli infortuni possono essere evitati sia con l’adozione di dispositivi di sicurezza e di ausilio alle lavorazioni che di procedure di lavoro sicuro. L’analisi, che ha considerato anche i dati di letteratura e la normativa tecnica e giuridica, è stata poi sviluppata attraverso il confronto con alcuni docenti del Centro di Formazione Professionale per il Legno (CFP) di Bovolone, molti incontri-focus group con oltre 140 imprenditori del settore tenuti presso il laboratorio di falegnameria dello stesso CFP, ulteriori approfondimenti con taluni di essi presso le loro aziende, anche nel corso della normale attività di vigilanza. Ciò ha permesso di definire misure prioritarie di sicurezza che sono state raccolte in questi “Protocolli di lavoro sicuro”.

L’indice del documento elaborato dall’Azienda ULSS 21 di Legnago viene di seguito riportato:

TUTTE LE MACCHINE

SEGA CIRCOLARE

– coltello divisore

– cuffia di protezione

– guida longitudinale bassa e regolata in posizione arretrata

– spingitoi

– tavola di prolunga del

SEGA A NASTRO

– protezione della lama

– guida longitudinale bassa

– spingitoi

PIALLA A FILO

– protezione a ponte

– guida longitudinale bassa

– spingitoio

TOUPIE

– rifiuto del pezzo 1: scegliere adeguate velocità di taglio

– rifiuto del pezzo 2: assicurare superfici di appoggio continue

– rifiuto del pezzo 3: adottare frese “a limitazione di truciolo”

– lavorazione alla guida: il dispositivo di protezione integrato

– spingitoio

– lavorazione interrotta alla guida (battuta cieca) 1: la battuta di inizio passata

– lavorazione interrotta alla guida (battuta cieca) 2: la procedura di inizio passata

– lavorazione all’albero

– lavorazione di pezzi corti e/o stretti

– messa a punto: prove di lavoro

TRONCATRICI

– protezione completa della lama

– posizionamento e bloccaggio del pezzo

– taglio di pezzi di piccole dimensioni 1

– taglio di pezzi di piccole dimensioni 2

– tagli di intestatura / refilatura

– una macchina ausiliaria o alternativa: la levigatrice a disco verticale

– troncatrice doppia: comando a due mani

Per ulteriori approfondimenti sui Rischi del Settore ATTREZZATURE, CLICCA QUI

Documenti correlati