Skip to content

LINEA GUIDA INAIL: LA SICUREZZA NELLE LAVORAZIONI DEL LEGNO

L’INAIL ha pubblicato una linea guida sulla sicurezza nel settore della prima lavorazione del legno (segheria), focalizzandosi sui fattori di rischio di carattere infortunistico, organizzativo e igienico – ambientale, che possono incontrarsi nell’ambito di ciascuna fase, nonché sulle modalità per svolgere il lavoro in sicurezza.

MISURE DI PREVENZIONE E PROTEZIONE

Il datore di lavoro deve effettuare la valutazione del rischio di esposizione dei lavoratori a polveri; detta valutazione va ripetuta in occasione di modifiche significative dell’attività e comunque ogni tre anni. In base ai risultati della valutazione, dovranno essere messe in atto misure di prevenzione e protezione per minimizzare l’esposizione.

Dette misure di sicurezza possono comprendere:

– isolamento delle lavorazioni che comportano emissione di polveri in apposite aree, opportunamente segnalate, alle quali possono accedere solo gli addetti;

– installazione, su tutte le macchine che producono polvere, di idonei sistemi di aspirazione localizzati vicino al punto di emissione, progettati per prevenire anche il rischio di incendio ed esplosione;

accurata e regolare pulizia delle macchine, degli impianti e dei locali di lavoro;

– osservanza di misure igieniche (es. divieto di mangiare, bere e fumare, predisposizione di servizi igienici adeguati, separazione degli indumenti da lavoro da quelli civili);

– fornitura di adeguati DPI ai lavoratori esposti o potenzialmente esposti (es. semimaschera o facciale filtrante antipolvere, con filtro di classe P2/FFP2);

informazione e formazione dei lavoratori;

sorveglianza sanitaria preventiva e periodica.

POLVERE DI LEGNO

Un rischio comune a varie fasi lavorative – in particolare il taglio dei tronchi e delle tavole – è quello legato all’esposizione a polveri di legno. L’inalazione continuativa di polveri di legno può provocare vari effetti avversi per la salute, specialmente a carico delle vie respiratorie, quali: riniti, bronchiti, asma, alveoliti allergiche estrinseche. Per quanto riguarda le polveri di legno duro, possono indurre tumori dei seni nasali e paranasali.
L’allegato XLII del d.lgs. 81/2008 inserisce “il lavoro comportante l’esposizione a polveri di legno duro” tra le attività che espongono ad agenti cancerogeni. La IARC inoltre, ha classificato tali polveri nel Gruppo 1 (cancerogeni per l’uomo).

INDICE DELLA LINEA GUIDA INAIL

Riportiamo di seguito l’indice della linea guida INAIL:

– Scarico dei tronchi
– Scortecciatura dei tronchi
– Intestazione dei tronchi
– Taglio dei tronchi con segatronchi
– Taglio delle tavole di legno con sega a refendino
– Taglio delle tavole con multilame (gatter)
– Taglio delle tavole con refilatrice
– Scorniciatura dei semilavorati
– Accatastamento ed essiccazione dei prodotti tagliati
– Movimentazione dei prodotti finiti
– Manutenzione dei macchinari
– Esposizione a polveri di legno
– Bibliografia

Riportiamo in allegato la linea guida INAILSegheria sicura 2017 – Opuscolo informativo per Lavoratori delle aziende di prima lavorazione del legno”.

 

Documenti correlati

Vuoi essere informato sulle novità legislative e normative gratuitamente?

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni