fbpx Skip to content

COVID 19: DA GENNAIO 2020 A NOVEMBRE 2021 SONO 35 LE VITTIME PER COVID SUL LAVORO IN VENETO

COVID 19:

DA GENNAIO 2020 A NOVEMBRE 2021 SONO 35 LE VITTIME PER COVID SUL LAVORO IN REGIONE

UN TERZO DEI DECESSI NEL CAPOLUOGO VENETO (12)

MENTRE IL VENETO RIMANE SEMPRE AL TERZO POSTO A LIVELLO NAZIONALE PER NUMERO DI DENUNCE DI INFORTUNIO COVID (10,5% DEL TOTALE).

A VERONA ANCORA IL MAGGIOR NUMERO DI INFORTUNI (4.521).

I NUMERI DEI DECESSI

I decessi sul lavoro legati al contagio in Veneto dopo 23 mesi di pandemia sono 35 (come a fine ottobre). Il Veneto si trova anche a fine novembre all’ottavo posto nella graduatoria nazionale per numero di vittime.

A Venezia il maggior numero di decessi (12); seguita da Treviso e Padova (6), Vicenza (5), Verona (3), Rovigo (2) e Belluno (1).

“I numeri delle vittime in Veneto sono certamente sconfortanti, specie per la provincia di Venezia che ne conta 12 – commenta Mauro Rossato, Presidente dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre – ma, come precisa Inail, 20 di questi decessi si riferiscono al 2020 e 15 al 2021. Un decremento della mortalità nell’ultimo anno che conferma l’importanza delle vaccinazioni, così come dell’introduzione dell’obbligo del green pass per accedere ai luoghi di lavoro”.

I NUMERI DEGLI INFORTUNI

Le denunce di infortunio totali legate al contagio in Veneto, da gennaio 2020 a fine novembre 2021, sono 19.466 (su un totale nazionale di 185.633). Numeri che portano il Veneto anche dopo 23 mesi di pandemia sul podio nazionale per numero di denunce di infortunio sul lavoro legate al Covid-19, dopo Lombardia e Piemonte.

E c’è ancora un triste primato per l’universo femminile che lavora in Veneto. Perché le donne contagiate dal Covid da gennaio 2020 a fine novembre 2021 sono 14.357 (il 73,8% del totale).

Tra i settori maggiormente colpiti in Veneto, troviamo quello della Sanità e Assistenza Sociale (77 % degli infortuni). Mentre per quanto riguarda le professioni, i più coinvolti si confermano essere i tecnici della salute (34,3%). Seguono: le professioni qualificate nei servizi socio sanitari e sociali (26,7%), le professioni legate ai servizi personali e assimilati (9,8%) e i medici (6,5%).

A Verona la maglia nera in regione per il più elevato numero di denunce di infortunio: 4.521. Seguono: Treviso (3.382), Venezia (3.363), Vicenza (3.289), Padova (3.074), Belluno (1.232), e Rovigo (605).

Documenti correlati

  • gennaio-2020-novembre-2021-covid-VenetoScarica

Vuoi essere informato sulle novità legislative e normative gratuitamente?

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni