SERVIZI »

LA RILEVAZIONE DELLA PERCEZIONE DEL RISCHIO DA PARTE DEI LAVORATORI

L’UTILITÀ DI RILEVARE LA PERCEZIONE DEL RISCHIO
Conoscere il livello di percezione dei Rischi da parte dei Lavoratori consente di orientare le azioni di Informazione, Formazione e Addestramento, mirando allo sviluppo di una maggiore capacità di accorgersi dei pericoli, di una più accurata valutazione soggettiva dei rischi e di una più profonda comprensione e adesione alle misure di Prevenzione e Protezione.
Vega Engineering e Vega Formazione, grazie ad un team multidisciplinare, composto da tecnici della prevenzione, ingegneri esperti in sicurezza e psicologi del lavoro, sono in grado di sviluppare studi sulla percezione del rischio dei lavoratori al fine di correggere i comportamenti, mediante Interventi Formativi mirati e specifici.

L’IMPORTANZA DELLA PERCEZIONE DEL RISCHIO
La psicologia ci insegna che il nostro comportamento non dipende dalla realtà oggettiva, ma dall’interpretazione soggettiva della situazione. In altre parole gli individui possono comportarsi in modo diverso di fronte alle stesse circostanze perché ciascuno di essi percepisce la realtà e la elabora secondo criteri, categorie e schemi cognitivi soggettivi. Inoltre ciascuno di noi, nella sua unicità, reagisce in modo personale a una data situazione, in base a bisogni, emozioni, conoscenze, carattere e valori.
Questo spiega perché di fronte allo stesso pericolo qualcuno lo evita, qualcuno lo gestisce prendendo le dovute precauzioni e qualcun altro lo affronta ignorando le possibili conseguenze.
Queste differenze, nella percezione della situazione e nella personalità degli individui, possono spiegare anche i diversi comportamenti nei confronti del Rischio e della Sicurezza.
Come possiamo spiegare condotte evidentemente rischiose? Da cosa possono dipendere certe leggerezze? Quali motivazioni potrebbero spingere allo scarso uso dei DPI e alla mancata adozione delle procedure di Sicurezza?

Un approccio meramente tecnico, che non tiene conto della complessità delle persone, può rivelarsi poco efficace quando non si concentra sui comportamenti. Ricordiamo infatti che oltre l’80% degli infortuni è collegabile a un comportamento imprudente o scorretto messo in atto dal lavoratore.
Anche l’Informazione e la Formazione hanno esiti ridotti se si limitano a trasferire nozioni e non coinvolgono le persone anche nella dimensione emotiva, motivazionale e valoriale.
La Valutazione dei Rischi si sviluppa su un piano razionale: l’obiettivo è definire il livello di rischio associabile ai pericoli presenti nell’organizzazione e collegabili allo svolgimento delle attività, combinando la probabilità di accadimento e la gravità del danno.
Accanto ad essa però è utile prendere in considerazione anche la Percezione del Rischio. L’obiettivo è rilevare quanto la percezione del rischio da parte dei lavoratori si avvicini alla Valutazione dei Rischi sviluppata e riportata da Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) aziendale.
Può infatti accadere che certi rischi vengano sottovalutati, con la conseguente scarsa motivazione alla protezione e alla prevenzione, e che altri rischi vengano sopravvalutati, portando al rifiuto di azioni utili o necessarie.

LA NOSTRA PROPOSTA DI INTERVENTO PER RIDURRE GLI INFORTUNI
La metodologia elaborata consente di rilevare la Percezione del Rischio da parte dei lavoratori mediante specifici questionari e incontri, che coinvolgono i lavoratori a gruppi. I questionari proposti durante gli incontri vengono costruiti sulla base del Documento di Valutazione dei Rischi (DVR) predisposto dall’azienda, ai sensi della vigente legislazione in materia di Salute e Sicurezza sul Lavoro (D. Lgs. 81/08), tenendo pertanto in considerazione i livelli dei rischi rilevati e l’andamento degli Infortuni effettuati.
Ai lavoratori viene richiesto esprimere una propria stima dei livelli dei rischio ai quali sono soggetti e a riportare ciò che rilevano e ricordano rispetto alle tipologie di Infortuni e mancati infortuni a livello aziendale.
I dati raccolti, elaborati opportunamente anche per mezzo statistico, vengono confrontati con i risultati della valutazione dei rischi riportata nel Documento di Valutazione dei Rischi Aziendale. Tutti gli eventuali scostamenti indicheranno i fronti su cui concentrare le azioni di comunicazione e i punti da approfondire maggiormente durante la formazione e l’addestramento ai lavoratori, consentendo quindi di predisporre programmi formativi efficaci per incidere sui comportamenti dei lavoratori.

Osservatorio SICUREZZA INFORTUNI di Vega Engineering