fbpx Skip to content

PERMESSO DI LAVORO PER ATTIVITÀ NEGLI SPAZI CONFINATI

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

Il Permesso di Lavoro per le Attività in Spazi Confinati è un documento che ha lo scopo di pianificare le attività e registrare gli interventi preliminari all’accesso negli spazi confinati o con sospetto di inquinamento. 

Il Permesso di Lavoro per le Attività in Spazi Confinati può essere un elemento della procedura di lavoro che la normativa vigente richiede obbligatoriamente nel caso si effettuino lavori in spazi confinati o con sospetto di inquinamento.

QUAL È LA NORMATIVA DI RIFERIMENTO PER LE ATTIVITÀ NEGLI SPAZI CONFINATI?

Le attività in spazi confinati o con sospetto di inquinamento sono regolate dal D. Lgs. 81/08 e, in modo più specifico, dal D.P.R. 177/2011Regolamento recante norme per la qualificazione delle imprese e dei lavoratori autonomi operanti in ambienti sospetti di inquinamento o confinanti, a norma dell’art. 6, comma 8, lettera g), del D. Lgs. 81/08”.

Il D.P.R. 177/11 ha la finalità di arginare le numerose e drammatiche morti sul lavoro negli spazi confinati o con sospetto di inquinamento, ponendo l’attenzione sull’idoneità tecnico professionale delle imprese che operano in tali luoghi di lavoro e sulla necessità di una preventiva valutazione dei rischi.

QUALI SONO GLI OBBLIGHI A CUI DEVONO ADEMPIERE LE IMPRESE CHE OPERANO IN SPAZI CONFINATI O CON SOSPETTI DI INQUINAMENTO?

Vediamo sinteticamente quali sono gli obblighi per le imprese che operano spazi confinati o con sospetto di inquinamento previsti dal D.P.R. 177/2011:

  • Obbligo per le imprese e i lavoratori autonomi che effettuano lavori in spazi confinati o con sospetto di inquinamento, effettuare specifica informazione, formazione e addestramento a tutti i lavoratori (compreso il datore di lavoro, qualora impegnato nei lavori) con verifica di apprendimento e di aggiornamento periodico  relativamente ai rischi presenti degli spazi confinati o con sospetto di inquinamento, nonché alle specifiche procedure di sicurezza e di emergenza da mettere in atto. Il D.P.R. 177/11 specifica che l’attività di informazione dei lavoratori di cui sopra “va realizzata in un tempo sufficiente e adeguato all’effettivo completamento del trasferimento delle informazioni e, comunque, non inferiore ad un giorno”.
  • Obbligo per le imprese impegnate in attività in spazi confinati o con sospetto di inquinamento di dotarsi di idonei Dispositivi di Protezione Individuale (DPI) e attrezzature di sicurezza (ad esempio autorespiratori, sistemi di recupero e soccorso, rivelatori di gas infiammabili e/o tossici e/o di ossigeno) necessari per garantire la sicurezza negli spazi confinati o con sospetto di inquinamento.
  • Obbligo per le imprese che eseguono lavori in spazi confinati o con sospetto di inquinamento di disporre di “personale esperto in numero non inferiore al 30% (si intende “persona esperta” un lavoratore che abbia maturato almeno tre anni di esperienza nei lavori in spazi confinati o con sospetto di inquinamento).
  • Obbligo per le imprese che eseguono lavori in spazi confinati o con sospetto di inquinamento di individuare un proprio rappresentante, in possesso di adeguate competenze in materia di salute e sicurezza sul lavoro e che abbia comunque svolto le attività di informazione, formazione e addestramento per svolgere le attività in spazi confinati o con sospetto di inquinamento. Questa persona dovrà, inoltre, essere a conoscenza dei rischi presenti nei luoghi in cui si svolgono le attività lavorative, che vigili in funzione di indirizzo e coordinamento delle attività svolte dai lavoratori impiegati dalla impresa appaltatrice o dai lavoratori autonomi e per limitare il rischio da interferenza di tali lavorazioni con quelle del personale impiegato dal datore di lavoro committente.
  • Obbligo per le imprese che eseguono lavori in spazi confinati o con sospetto di inquinamento di adottare e attuare efficacemente una procedura di lavoro specificamente diretta a eliminare o, ove impossibile, ridurre al minimo i rischi propri delle attività in ambienti confinati, comprensiva della eventuale fase di soccorso e di coordinamento con il sistema di emergenza del Servizio sanitario nazionale e dei Vigili del Fuoco.

Ai sensi di quanto previsto dal D.P.R. 177/11, Vega Engineering rende disponibile il Fac simile del modulo di Permesso di Lavoro per le Attività in Spazi Confinati che prevede l’approvazione da parte del Preposto ai Lavori negli Spazi Confinati e del Rappresentante del Committente per le attività in spazi confinati o con sospetto di inquinamento.

Scarica il Fac simile della procedura Permesso di Lavoro per le Attività in Spazi Confinati.

CORSO PER ADDETTI AD ATTIVITÀ IN SPAZI CONFINATI O AMBIENTI SOSPETTI DI INQUINAMENTO - TEORIA E PRATICA

Scopri il corso di Vega Formazione con Addestramento Pratico

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni