fbpx Skip to content

NOMINA ENERGY MANAGER: UN OBBLIGO DI LEGGE?

35577

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

La normativa vigente prevede per le aziende che superano determinati consumi energetici l’obbligo di nomina del Tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia, meglio conosciuto come Energy Manager.

Vediamo di capire in quali casi sussiste l’obbligo di nomina dell’Energy Manager.

CHI È L’ENERGY MANAGER?

L’Energy Manager, o Tecnico Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia, è una figura specializzata (può essere un dipendente dell’azienda oppure un consulente esterno) rivolta alla gestione delle tematiche energetiche industriali e civili, che svolge un lavoro di controllo e amministrazione dell’approvvigionamento energetico.

L’Energy Manager contribuisce, direttamente o tramite la sua attività di analisi e diagnosi energetica, alla definizione della politica energetica dell’organizzazione in cui opera. Per tali ragioni l’Energy Manager deve:

  • conoscere i processi di produzione dei beni e dei servizi e allo stesso tempo dimostrare di avere un’approfondita conoscenza delle tecnologie idonee a conseguire un uso razionale dell’energia;
  • essere in grado di interfacciarsi con le diverse funzioni aziendali per acquisire informazioni sull’andamento effettivo dei fabbisogni energetici dei processi aziendali;
  • possedere un buon bagaglio di competenze tecniche, comprese quelle IT;
  • conoscere il mercato energetico;
  • essere in grado di sviluppare progetti di investimento da presentare alla direzione insieme a una adeguata valutazione del loro ritorno economico.

CORSI RISPARMIO ENERGETICO

Iscriviti ai Corsi di Vega Formazione in videoconferenza

ENERGY MANAGER: NORMATIVA DI RIFERIMENTO

La figura dell’Energy Manager è stata introdotta per la prima volta dalla Legge n. 10 del 9/1/1991 che definisce specificamente quando e in quali casi è obbligatorio nominare il Tecnico responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia.

QUANDO È OBBLIGATORIO NOMINARE L’ENERGY MANAGER?

La Legge 10/91 prevede che entro il 30 aprile di ogni anno debbano nominare l’Energy Manager:

  • i soggetti operanti nel settore industriale che nell’anno precedente hanno avuto un consumo di energia superiore a 10.000 Tonnellate Equivalenti di Petrolio (TEP)
  • i soggetti operanti nei settori civile, terziario e dei trasporti che nell’anno precedente hanno avuto un consumo di energia superiore a 1.000 Tonnellate Equivalenti di Petrolio (TEP).

La nomina va effettuata esclusivamente attraverso la piattaforma web della Federazione Italiana per l’uso Razionale dell’Energia (FIRE).

CI SONO SANZIONI?

La Legge 10/91  dispone che la mancanza della nomina dell’Energy Manager escluda i soggetti potenzialmente beneficiari da incentivi e contributi energetici.

La norma, inoltre, prevede una sanzione amministrativa in caso di inosservanza dell’obbligo di nomina dell’Energy Manager.

DOCUMENTI UTILI: MODULO PER LA NOMINA DELL’ENERGY MANAGER

Vega Engineering rende disponibile nella propria banca dati un modulo utilizzabile per la nomina dell’Energy Manager ai sensi della Legge 10/91.

Scarica gratuitamente il Fac simile nomina dell’Energy Manager.

PER APPROFONDIRE…

le tematiche del risparmio energetico, dell’efficienza energetica e dei sistemi di gestione dell’energia, scopri i CORSI RISPARMIO ENERGETICO di Vega Formazione in videoconferenza.

Inoltre, leggi l’Approfondimento AUDIT ENERGETICO: IL PRIMO PASSO PER RIDURRE CONSUMI E COSTI

CORSI RISPARMIO ENERGETICO

Iscriviti ai Corsi di Vega Formazione in videoconferenza

Documenti correlati

News correlate

Caricamento news correlate...

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679