fbpx Skip to content

INFORTUNIO IN ITINERE: AMMESSO INDENNIZZO PER UN’AGGRESSIONE FISICA CAUSATA DALLA RAPINA DEL MEZZO

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

L’infortunio in itinere, infatti, può essere esteso anche a quegli eventi (ad es. aggressioni, rapine ecc.) che i lavoratori possano subire in occasione del lavoro, e quindi anche in sede di percorrenza del tragitto per tornare a casa.
Nel caso di specie il possesso di un bene patrimoniale come la moto con la quale il lavoratore si recava a lavoro, è stato l’elemento di collegamento causale con l’evento dannoso della rapina e rende l’evento in questione tutelabile.
Ad una conclusione simile sull’infortunio in itinere la Corte era comunque già pervenuta alla fine di dicembre, con sentenza 25742/2007, dove aveva sottolineato l’indennizabilità in caso di incidente occorso ad un dipendente di una banca, anche se accaduto durante la pausa del pranzo e quando il lavoratore utilizzava la propria auto per andare a casa.
L’occasione di lavoro, infatti, implica anche secondo le recente sentenza, “La rilevanza di ogni esposizione a rischio ricollegabile allo svolgimento dell’attività lavorativa in modo diretto o indiretto, con il solo limite del rischio elettivo […] o della totale estraneità del rischio – che non si richiede essere tipico o normale – all’attività lavorativa”.
Un esempio di rischio elettivo, che secondo la Corte non ha invece legittimato il risarcimento, pur in dipendenza di una situazione pericolosa, è stato ben esemplificato dalla sentenza 1718/2006, dove viene chiarito che il rischio elettivo è rintracciabile in quel rischio collegato ad una scelta arbitraria del lavoratore che crei o affronti volutamente una situazione di rischio diversa da quella inerente allo svolgimento dell’attività lavorativa, quale la necessità di sedare una lite, ed in quanto tale, non comporta indennizzo.

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni