fbpx Skip to content

IMPIANTI FOTOVOLTAICI: I COMUNI FINO A 20 MILA ABITANTI POSSONO PRODURRE ENERGIA ELETTRICA FINO A 200 KW IN MODO MOLTO VANTAGGIOSO

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

Il Senato ha approvato un emendamento al cosiddetto disegno di legge Sviluppo, che permette ai Comuni fino a 20 mila abitanti di auto produrre energia elettrica con il sistema fotovoltaico con potenza fino a 200 KW. Si tratta di un emendamento al DDL 1195 “Disposizioni per lo sviluppo e l’internazionalizzazione delle imprese, nonché in materia di energia”.
Il vicepresidente della commissione Ambiente del Senato, Cesarino Monti, ha dichiarato che grazie a quanto approvato i Comuni potranno risparmiare fino al 5-10 per cento dei costi di energia che hanno in bilancio. In buona sostanza, sottolinea il Senatore, il conto energia andrà a coprire le spese dell’impianto, mentre tutta l’energia elettrica prodotta dai pannelli fotovoltaici sarà, gratuitamente, utilizzata dai comuni in tutto il territorio di competenza. La differenza è proprio in questo passaggio, e cioè la possibilità di fornire l’energia a tutto il territorio mentre prima l’energia doveva essere prodotta e consumata nello stesso luogo.
Una differenza che sembra di poco conto mentre in realtà è sostanziale: vengono identificate tutte le necessità energetiche del territorio comunale come facenti parte di un unica utenza elettrica. In precedenza il Comune, per usufruire pienamente degli incentivi doveva installare un impianto fotovoltaico sulla palestra, un altro impianto sulla biblioteca o sulla scuola. Con questo emendamento il Comune potrà scontare dal suo bilancio energetico totale tutta l’energia elettrica prodotta da un singolo impianto fotovoltaico di potenza massima fino a 200 kWp. Inoltre, i Comuni possono destinare aree appartenenti al proprio patrimonio disponibile alla realizzazione degli impianti per l’erogazione in “conto energia” e dei servizi di “scambio sul posto” dell’energia elettrica prodotta, da cedere a privati cittadini che intendono accedere agli incentivi in “conto energia” e sottoscrivere contratti di scambio energetico con il gestore della rete.
Il vantaggio economico per le amministrazioni comunali sarà notevole mentre è evidente il vantaggio ambientale derivato dalla riduzione di emissioni di anidride carbonica.

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni