fbpx Skip to content

IL NUOVO DPCM SUL COVID19 DI OTTOBRE

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

A seguito della proroga dello stato di emergenza Covid-19 al 31 gennaio 2021 avvenuta con il D.L. 7 ottobre 2020 n. 125, è stato pubblicato il nuovo DPCM del 13 ottobre 2020, contenente l’aggiornamento delle misure per il contenimento e contrasto all’emergenza Covid-19.
Tra le principali novità, viene ribadito ciò che era già indicato nel precedente D.L. 7 ottobre 2020 n. 125, all’art. 1 comma 1: “Ai fini del contenimento della diffusione del virus COVID-19, è fatto obbligo su tutto il territorio nazione di avere sempre con sé dispositivi di protezione delle vie respiratorie, nonché l’obbligo di indossarli nei luoghi al chiuso diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi, e comunque con salvezza dei protocolli e delle linee guida anti-contagio previsti per le attività economiche, produttive, amministrative e sociali nonché delle linee guida per il consumo di cibi e bevande, e con esclusione dei predetti obblighi:
a) Per i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva;
b) Per i bambini di età inferiore a sei anni;
c) Per i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché per coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità.

Inoltre è fortemente raccomando l’uso dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’interno delle abitazioni private in presenza di persone non conviventi.

Relativamente allo smart working viene ribadito dell’art. 1 comma 6, alla lettera ll) “in ordine alle attività professionali si raccomanda che: a) esse siano attuate anche mediante modalità di lavoro agile, ove possano essere svolte al proprio domicilio o in modalità a distanza;[…]”

Da evidenziare che all’art. 2 Misure di contenimento del contagio per lo svolgimento in sicurezza delle attività produttive industriali e commerciali, vengono confermati i protocolli condivisi già presenti nei precedenti decreti, ossia: “sull’intero territorio nazionale tutte le attività produttive industriali e commerciali, fatto salvo quanto previsto dall’art. 1, rispettano i contenuti del protocollo condiviso di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus COVID-19 negli ambienti di lavoro sottoscritto il 24 aprile 2020 fra il Governo e le parti sociali di cui all’allegato 12, nonché, per i rispettivi ambiti di competenza, il protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 nei cantieri, sottoscritto il 24 aprile 2020 fra il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, il Ministro del lavoro e delle politiche sociali e le parti sociali, di cui all’allegato 13, e il protocollo condiviso di regolamentazione per il contenimento della diffusione del COVID-19 nel settore del trasporto e della logistica sottoscritto il 20 marzo 2020, di cui all’allegato 14.”

Per approfondire il tema del contenimento del contagio nei luoghi di lavoro, Vega Formazione, Ente accreditato dalla Regione Veneto, Organizza Corsi di formazione sull’emergenza Covid-19.

Per un maggiore approfondimento riportiamo in allegato il testo integrale del nuovo DPCM 13/10/20 e dei relativi allegati.

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni