fbpx Skip to content

ESPOSIZIONE AL RUMORE: DISPONIBILE LA NUOVA NORMA UNI 9432

Desideri ulteriori informazioni e aggiornamenti?

La norma 9432 aggiornata – si può leggere nel documento di presentazione – “risponde a quanto richiesto dalla legge”, specialmente in relazione ai seguenti elementi:
– il campionamento: “(…) I metodi utilizzati possono includere la campionatura, purché sia rappresentativa dell’esposizione del lavoratore” (art. 190, comma 3);
– la valutazione dell’incertezza: “Nell’applicare quanto previsto nel presente articolo, il datore di lavoro tiene conto dell’incertezza delle misure determinate secondo la prassi metrologica.” (art. 190, comma 4);
– la valutazione dell’efficacia dei DPI: “In ottemperanza a quanto disposto dall’articolo 18, comma 1, lettera c), il datore di lavoro, nei casi in cui i rischi derivanti dal rumore non possono essere evitati con le misure di prevenzione e protezione di cui all’articolo 192, fornisce i dispositivi di protezione individuali per l’udito conformi alle disposizioni contenute nel titolo III, capo II, e alle seguenti condizioni: (…) d) verifica l’efficacia dei dispositivi di protezione individuale dell’udito” (art. 193, comma 1d)”.

Le novità introdotte dalla nuova versione della norma riguardano dunque diversi aspetti:
– “la strumentazione: Il livello di picco non ponderato è stato sostituito dal livello di picco ponderato C. L’uso dei registratori magnetici è stato eliminato. La taratura degli strumenti è stata spostata da annuale a biennale. È stato confermato il requisito della classe 1 per fonometri e calibratori;
– i metodi di misura, che ampliano l’intervallo di accettabilità per la distanza fra il microfono e l’orecchio del soggetto esposto e introducono una esplicita preferenza per l’esecuzione della misura in assenza del lavoratore;
– l’esposizione a rumore di gruppi acusticamente omogenei: questo argomento è stato notevolmente ampliato rispetto alla versione precedente;
– la valutazione dell’esposizione tiene conto dell’attenuazione fornita dai protettori auricolari, coerentemente con la UNI EN 458:2005 “Protettori dell’udito – Raccomandazioni per la selezione, l’uso, la cura e la manutenzione – Documento guida”;
– è stata inserita l’incertezza nel processo di valutazione del rischio rumore, argomento ancora molto discusso e controverso che riemergerà con l’applicazione della norma stessa”.

Documenti correlati

Richiedi informazioni

Azienda

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

I dati personali saranno trattati come indicato nella nostra informativa sulla privacy, predisposta ai sensi del Regolamento UE 2016/679

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni