SERVIZI »

SISTEMI DI GESTIONE PER LA SICUREZZA BS OHSAS 18001 E D. LGS. 231/01

DALLA BS OHSAS 18001 AL D. LGS. 231/01: I SISTEMI DI GESTIONE DELLA SICUREZZA
Come è noto la norma BS OHSAS 18001 costituisce uno standard internazionale per l'implementazione di Sistemi di Gestione della Sicurezza certificabili da enti terzi.
Negli ultimi anni, la Legge 123/07 prima, quindi il D. Lgs. 81/08, modificato dal D. Lgs. 106/09, hanno introdotto importanti modifiche alla normativa antinfortunistica che hanno ampliato l'interesse sui sistemi di gestione della sicurezza: infatti una delle novità apportate dalla legge 123/07 è l’introduzione del reato di omicidio colposo e lesioni colpose gravi o gravissime commessi con violazione delle norme antinfortunistiche e sulla tutela dell’igiene e della salute sul lavoro (art. 589 e 590 c.p.), tra quelli per cui è applicabile il D. Lgs. 231/01, ossia la norma italiana che disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di responsabilità giuridica: in sostanza, il D.Lgs. 231/01 prevede che l’azienda, qualora abbia tratto un vantaggio dalla condotta che ha portato al reato, sia ritenuta co-responsabile del reato che comunque dal punto di vista penale è ancora attribuito ad una o più persone fisiche. In sostanza viene introdotta la cosiddetta "colpa organizzativa".

I MODELLI ESIMENTI PER LA RESPONSABILITA' AMMINISTRATIVA DELL'ENTE: IL D.LGS. 231/01 E L'ART. 30 DEL D.LGS. 81/08
L'art.30 del D. Lgs. 81/08 richiama la possibilità di istituire un modello di organizzazione e di gestione (MOG), previsto dal D. Lgs. 231/01 ed idoneo ad avere efficacia esimente della responsabilità amministrativa dell’Ente. In particolare, tale modello organizzativo deve essere adottato ed efficacemente attuato, assicurando un sistema aziendale per l’adempimento di tutti gli obblighi giuridici relativi:
a) al rispetto degli standard tecnico-strutturali di legge relativi a attrezzature, impianti, luoghi di lavoro, agenti chimici, fisici e biologici;
b) alle attività di valutazione dei rischi e di predisposizione delle misure di prevenzione e protezione conseguenti;
c) alle attività di natura organizzativa, quali emergenze, primo soccorso, gestione degli appalti, riunioni periodiche di sicurezza, consultazioni dei rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza;
d) alle attività di sorveglianza sanitaria;
e) alle attività di informazione e formazione dei lavoratori;
f) alle attività di vigilanza con riferimento al rispetto delle procedure e delle istruzioni di lavoro in sicurezza da parte dei lavoratori;
g) alla acquisizione di documentazioni e certificazioni obbligatorie di legge;
h) alle periodiche verifiche dell’applicazione e dell’efficacia delle procedure adottate.

Sempre l’art. 30 del D. Lgs. 81/08 precisa che i modelli di organizzazione aziendale definiti conformemente alle Linee guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) del 28 settembre 2001 o al British Standard OHSAS 18001:2007 (quest’ultima costituente unico riferimento normativo sui sistemi di gestione della sicurezza certificabili da un ente accreditato) si presumono conformi ai requisiti sopra citati per le parti corrispondenti: tali norme infatti non sono completamente sovrapponibili al modello richiesto dal D. Lgs. 231/01.

IL D.LGS. 106/09 CORRETTIVO DEL TESTO UNICO E LE MODIFICHE AI REQUISITI DELLA DELEGA DI FUNZIONI
Il D. Lgs. 106/09, correttivo del D. Lgs. 81/08, ha apportato tra le altre alcune modifiche all’art. 16, precisando al comma 3 che, l’obbligo di vigilanza in capo al datore di lavoro in ordine al corretto espletamento da parte del delegato delle funzioni trasferite si intende assolto in caso di adozione ed efficace attuazione del modello di verifica e controllo esimente per le sanzioni previsti dal D. Lgs. 231/01.
In sostanza il modello di organizzazione e di gestione (MOG) idoneo ad avere efficacia esimente dalla responsabilità amministrativa dell’Ente come previsto dal D. Lgs. 231/01, consente al Datore di Lavoro di dimostrare anche lo svolgimento della vigilanza verso i delegati, necessaria per garantire l’effettiva delega di funzione.

MODELLI ORGANIZZATIVI E DI GESTIONE (MOG) D.LGS. 231/01: LE NUOVE PROCEDURE SEMPLIFICATE DI CUI AL D.M. 13/02/2014
E’ stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 24/02/2014 il Decreto ministeriale del 13 febbraio 2014 che recepisce le procedure semplificate per l'adozione e la efficace attuazione dei modelli di organizzazione e di gestione della sicurezza (MOG) nelle piccole e medie imprese - ai sensi dell'art. 30, comma 5-bis, del decreto legislativo n. 81/2008 e s.m.i.- approvate dalla Commissione Consultiva nella seduta del 27 novembre 2013. Il Decreto contiene un documento denominato “Procedure semplificate per l'adozione dei modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI)”.
Tale documento predisposto dalla Commissione Consultiva Permanente ha lo scopo di fornire alle piccole e medie imprese, che decidano di adottare un modello di organizzazione e gestione della salute e sicurezza (MOG), indicazioni organizzative semplificate, di natura operativa, utili alla predisposizione e alla efficace attuazione di un sistema aziendale idoneo a prevenire le conseguenze dei reati previsti dall'art. 25-septies, del decreto legislativo n. 231/2001. In particolare, le “Procedure semplificate per l'adozione dei modelli di organizzazione e gestione (MOG) nelle piccole e medie imprese (PMI)” prevedono alcune semplificazioni su “alcuni aspetti organizzativi e le relative modalità applicative per l’adozione e l’efficace attuazione dei modelli di organizzazione e gestione della salute e sicurezza”.

Per ulteriori approfondimenti sui sistemi di gestione della sicurezza e sui modelli organizzativi di cui al D.Lgs. 231/01 e all'art. 30 del D.Lgs. 81/08 si rimanda agli articoli pubblicati sulle nostre newsletter informative e ai convegni organizzati da Vega Formazione sul tema: "L'efficacia esimente dei Modelli 231" del 19/04/2013 a Treviso, "231 DAY": Una giornata dedicata ai modelli organizzativi della sicurezza del 15/05/2013 e il 231 DAY - Nuove Procedure Semplificate (DM 13/02/2014) del 16/10/2014 a Mestre (VE).


Vega Engineering costituisce un partner d'eccellenza per lo sviluppo dei sistemi di gestione della sicurezza BS OHSAS 18001 e modelli organizzativi conformi al D. Lgs. 231/01, grazie alle competenze e all'esperienza dei propri tecnici. Gli stessi tecnici possono inoltre coadiuvare l'Organismo di Vigilanza (OdV) o assumere l'incarico di membro dello stesso.

Per ulteriori informazioni sui servizi di Vega Engineering per lo sviluppo di sistemi di gestione della sicurezza BS OHSAS 18001 e dei modelli organizzativi conformi al D. Lgs. 231/01 potete contattarci al numero telefonico 0413969013 o cliccare sul link sottostante.

Osservatorio SICUREZZA INFORTUNI di Vega Engineering