NEWS »

PUBBLICATA LA CIRCOLARE ESPLICATIVA SULLA TARI

News pubblicata il 21-04-2021

E’ stata pubblicata dal Ministero della Transizione Ecologica la circolare del 12/04/2021 che fornisce diversi chiarimenti in tema di rifiuti urbani, con delle precisazioni in particolare per le attività industriali.

L’Allegato L-quinquies al D.Lgs. n.116 del 2020 contiene l’elenco delle attività che producono rifiuti urbani nel quale non sono ricomprese le “Attività industriali con capannoni di produzione”. Ciò potrebbe condurre alla conclusione che queste attività diano luogo solo alla produzione di rifiuti speciali. Tuttavia, l’art. 184, comma 3, lettera c) del TUA definisce “speciali” i rifiuti delle lavorazioni industriali, se diversi dai rifiuti urbani, per cui appare evidente che le attività industriali sono produttive sia di rifiuti urbani che di quelli speciali.

Premesso ciò, è stato chiarito dalla circolare che:
- le superfici dove avviene la lavorazione industriale sono escluse dall’applicazione dei prelievi sui rifiuti, compresi i magazzini di materie prime, di merci e di prodotti finiti, sia con riferimento alla quota fissa che alla quota variabile;
- continuano, invece, ad applicarsi i prelievi sui rifiuti, sia per la quota fissa che variabile, relativamente alle superfici produttive di rifiuti urbani, come ad esempio, mense, uffici o locali funzionalmente connessi alle stesse. Per la tassazione di dette superfici si tiene conto delle disposizioni del D.P.R. n. 158 del 1999, limitatamente alle attività simili per loro natura e per tipologia di rifiuti prodotti a quelle indicate nell’allegato L-quinquies alla Parte IV del D. Lgs. n. 152 del 2006;
- resta dovuta solo la quota fissa laddove l’utenza non domestica scelga di conferire i rifiuti urbani al di fuori del servizio pubblico, poiché il comma 649, ma anche il comma 10 dell’art. 238, come innanzi interpretati, prevedono l’esclusione della sola componente tariffaria rapportata alla quantità dei rifiuti conferiti e cioè della parte variabile.

Vega Formazione, Ente accreditato dalla Regione Veneto, organizza corsi di formazione specifici in ambito di tutela ambientale, per approfondire la tematica a partire dai requisiti cogenti (imposti dal D.Lgs. 152/06, il “Testo Unico Ambientale”, oltre che dall’articolata legislazione regionale e locale, nonché dalla normativa tecnica), trattando le responsabilità, le sanzioni e i reati previsti, fino all'implementazione di Sistemi di Gestione Ambientale ai sensi della norma UNI ISO 14001 e allo svolgimento di Audit di Sistemi di Gestione Ambientale (SGA) ai sensi della norma UNI ISO 19011. I Corsi si svolgono sia in Aula che in Videoconferenza ed E-LEARNING.
Per ulteriori informazioni, CLICCA QUI!

Per ulteriori approfondimenti riportiamo in allegato la circolare “Chiarimenti su alcune problematiche anche connesse all’applicazione della TARI di cui all’art. 1 commi 639 e 668 della legge 27 dicembre 2013, n. 147.

SEMINARI GRATUITI

Vuoi essere informato sui prossimi Seminari e Convegni gratuiti?
Inserisci qui l'e-mail

CONSENSO AL TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI AI SENSI DELL'ART. 13 DEL REGOLAMENTO UE 2016/679

Osservatorio SICUREZZA INFORTUNI di Vega Engineering