NEWS »

MORTI BIANCHE GENNAIO - LUGLIO 2017: PERCHE' LA SITUAZIONE NON MIGLIORA?

News pubblicata il 05-09-2017

Dall’ultima analisi condotta dall’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro di Vega Engineering, sulla base dei dati INAIL, emerge il tragico bilancio degli infortuni sul lavoro in Italia nei primi sette mesi del 2017. Le vittime da Gennaio a Luglio 2017 sono state 591; 431 hanno perso la vita in occasione di lavoro e 160 sono decedute a causa di un infortunio in itinere.

Sono 29 i casi di morte in più rispetto il 2016 (562 casi) registrando un incremento della mortalità del 5,2%. I lavoratori più colpiti sono quelli con età compresa tra i 45 e 54 anni (92 casi registrati).
Per approfondire l'argomento e visionare i dati statistici completi clicca sul seguente link:
Andamento Morti Bianche Gennaio - Luglio 2017.

Da quanto rilevato, il fenomeno delle morti bianche continua silenziosamente il suo luttuoso cammino ed è proprio di fronte a questi dati che l’Ing. Mauro Rossato, Presidente dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering, afferma:
La Cultura della Sicurezza sul Lavoro è uno dei nostri obiettivi. Sono convinto, infatti, che la sua diffusione possa ridurre drasticamente gli infortuni nei luoghi di lavoro […]”.

Per ascoltare l'intervento completo guarda il video presente nella sezione Gallery: Video "Perchè la situazione non migliora?".

SEMINARI GRATUITI

Vuoi essere informato sui prossimi Seminari e Convegni gratuiti?
Inserisci qui l'e-mail

Osservatorio SICUREZZA INFORTUNI di Vega Engineering