NEWS »

LA REGIONE FRIULI DÀ IL VIA ALLE ATTIVITÀ DI FORMAZIONE CON PARTI PRATICHE

News pubblicata il 14-05-2020

Con l’Ordinanza Contingibile e Urgente n. 12 il Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia consente agli enti di formazione lo svolgimento di “attività formative di tipo laboratoriale non altrimenti esercitabili a distanza, a condizione che vi sia un’organizzazione degli spazi e del lavoro tale da ridurre al massimo il rischio di prossimità e di aggregazione”.

Un primo passo per rispondere all’esigenze di riprendere anche la formazione, obbligatoria per la legislazione in materia di salute e sicurezza del lavoro, che prevede parti pratiche e che, pertanto, non può essere svolta con le modalità a distanza (videoconferenza o e-learning).

Ovviamente l’Ordinanza della Regione Friuli Venezia Giulia raccomanda che vengano adottate misure organizzative di prevenzione e protezione contestualizzate alle esigenze laboratoriali, anche avuto riguardo alle specifiche esigenze delle persone con disabilità, di cui al “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL.

Riportiamo in allegato l’ “Ordinanza Contingibile e Urgente n. 12 il Presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia” e il “Documento tecnico sulla possibile rimodulazione delle misure di contenimento del contagio da SARS-CoV-2 nei luoghi di lavoro e strategie di prevenzione” pubblicato dall’INAIL.

Osservatorio SICUREZZA INFORTUNI di Vega Engineering