fbpx Skip to content

Linee guida applicazione del Titolo III del D.Lgs. 81/08 e nuova Direttiva Macchine (D.Lgs. 17/2010) – Indicazioni procedurali per gli operatori dei servizi di vigilanza delle ASL

Vega Engineering rende disponibile un documento elaborato dal Coordinamento Tecnico delle Regioni e delle Provincie Autonome dal titolo “APPLICAZIONE DEL TITOLO III DEL D.LGS. 81/08 E NUOVA DIRETTIVA MACCHINE (D.LGS. 17/2010) – INDICAZIONI PROCEDURALI PER GLI OPERATORI DEI SERVIZI DI VIGILANZA DELLE ASL”.

Il documento si pone l’obiettivo di fornire delle indicazioni chiare agli operatori dei servizi di vigilanza su quanto previsto all’art. 70 comma 4 del D.Lgs. 81/08. In particolare l’articolo in questione prende in esame le azioni degli organi di vigilanza nel caso di utilizzo di attrezzature marcate CE, per le quali si ipotizza la non conformità ai requisiti essenziali di sicurezza previste dalle disposizioni legislative regolamentari di recepimento di Direttive europee di prodotto.

Il dettato giuridico pone l’attenzione ai “rischi” connessi con il possibile mancato rispetto di uno o più Requisiti Essenziali di Sicurezza (RES) constatati sull’attrezzatura. La verifica della corretta applicazione delle Direttive sociali, effettuata nell’ambito dell’attività di vigilanza in materia di sicurezza e salute sul lavoro, parte dal presupposto che l’attrezzatura sia stata immessa sul mercato e messa in servizio:

 – conformemente alla legislazione nazionale di recepimento delle Direttive comunitarie ad essa applicabili e, cioè, provvista di marcatura CE, dichiarazione CE di conformità ed istruzioni, come previsto dal D.Lgs. 17/2010;
 – utilizzata conformemente alle istruzioni del fabbricante.

Partendo da queste due condizioni iniziali, le possibili contravvenzioni, cioè i reati per i quali è previsto l’arresto, solo o congiunto con l’ammenda, sono riconducibili al mancato rispetto di uno o più RES che comportino un rischio per la salute dei lavoratori

Si riporta l’indice del documento

1. MACCHINE CON SITUAZIONI DI RISCHIO RICONDUCIBILI AL MANCATO RISPETTO DEI REQUISITI ESSENZIALI DI SICUREZZA (RES): PROCEDURE PER L’APPLICAZIONE DELL’ART. 70, COMMA 4, DEL D.Lgs. 81/08
2. APPLICAZIONE ARTICOLO 70, COMMA 1, E ARTICOLO 71, COMMA 1, D.Lgs. 81/08
3. VIOLAZIONE DI PIU’ PRECETTI RICONDUCIBILI A CATEGORIA OMOGENEA DI REQUISITI DI SICUREZZA (ART. 87, COMMA 5, D.Lgs. 81/08)
4. MACCHINE SEMOVENTI E MACCHINE AGRICOLE
5. MANUTENZIONE DEGLI IMPIANTI ELETTRICI
6. VERIFICA PERIODICA DEGLI IMPIANTI ELETTRICI
7. LAVORATORI AUTONOMI, COMPONENTI DELL'IMPRESA FAMILIARE, COLTIVATORI DIRETTI DEL FONDO, SOCI DELLE SOCIETÀ SEMPLICI OPERANTI NEL SETTORE AGRICOLO, ARTIGIANI E PICCOLI COMMERCIANTI
8. VENDITA, NOLEGGIO O CONCESSIONE IN USO O LOCAZIONE FINANZIARIA DI MACCHINE COSTRUITE O MESSE IN SERVIZIO AL DI FUORI DELLA DISCIPLINA DI CUI ALL’ART. 70, COMMA 1
ALLEGATO 1 – Modello comunicazione a Ministeri
ALLEGATO 2 – FLOW CHART sorveglianza del mercato

Vega Formazione, Ente accreditato dalla Regione Veneto, organizza corsi di formazione sia in Aula che in Videoconferenza ed E-LEARNING sulla sicurezza delle macchine validi anche come aggiornamento per RSPP, ASPP, DIRIGENTI E PREPOSTI. Per ulteriori informazioni, CLICCA QUI.

Documenti correlati

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni