fbpx Skip to content

DRAMMA MORTI BIANCHE A NORDEST: 35 INFORTUNI MORTALI SUL LAVORO NEI PRIMI 5 MESI DEL 2016

VENETO AL TERZO POSTO IN ITALIA PER NUMERO DI VITTIME SUL LAVORO NEI PRIMI CINQUE MESI DEL 2016. SONO 25 I DECESSI REGISTRATI IN REGIONE. 35 IN TOTALE A NORDEST, CONTANDO LE 5 MORTI BIANCHE IN FRIULI VENEZIA GIULIA E IN TRENTINO ALTO ADIGE. VICENZA LA PROVINCIA PIU’ COLPITA IN TUTTO IL NORDEST CON 8 INFORTUNI MORTALI. ED E’ TERZA A LIVELLO NAZIONALE DOPO ROMA E NAPOLI.

Sono 25 le morti bianche registrate nei primi cinque mesi dell’anno in Veneto. Una tragedia che porta, purtroppo, la regione al terzo posto della graduatoria nazionale per numero di vittime rilevate in occasione di lavoro, dopo la Lombardia che ne conta 26 e l’Emilia Romagna – prima in classifica – che ne conta addirittura 33.

E il dramma in tutto il Nordest arriva a registrare 35 infortuni mortali sul lavoro. Perché a quelli del Veneto si aggiungono anche i 5 decessi del Friuli Venezia Giulia e del Trentino Alto Adige. Unico dato positivo, in uno scenario tanto sconfortante, giunge dal decremento della mortalità, rispetto ai primi cinque mesi del 2015, pari al 12,5 per cento.

A definire la mappatura dell’emergenza delle morti sul lavoro a Nordest è la più recente indagine dell’Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering di Mestre sulla base di dati Inail.
Una geografia impietosa che narra la tragedia delle vittime sul lavoro a Nordest e in cui è Vicenza a far registrare il maggior numero di vittime (8). Una maglia nera che fa salire la provincia veneta anche sul podio della graduatoria nazionale dopo Napoli (9 decessi) e Roma (13).

Seconda a Nordest per numero di vittime rilevate in occasione di lavoro è Treviso (6), terza Padova (5). Seguono: Udine e Verona (4); Bolzano (3); Trento (2); Belluno, Pordenone e Venezia (1).
Per quanto riguarda, poi, l’incidenza di mortalità rispetto alla popolazione lavorativa è il Trentino Alto Adige a far registrare il dato peggiore in Triveneto con un indice di 10,5 contro una media nazionale di 12,2.
Attività manifatturiere, Costruzioni e Commercio i settori più colpiti dalle tragedie sul lavoro.

Intanto, in Italia nei primi cinque mesi del 2016 sono stati 274 gli infortuni mortali rilevati in occasione di lavoro e 90 quelli in itinere.
Anche a livello nazionale, come a Nordest –  sebbene in misura decisamente minore – emerge un decremento della mortalità in occasione di lavoro rispetto al 2015 e pari al 2,8 per cento.
 

Di seguito alleghiamo le statistiche complete:

Statistiche Morti sul Lavoro Osservatorio Sicurezza Lavoro Vega Engineering 31.05.2016 (fonte dati: INAIL)

Incidenze Morti sul Lavoro popolazione occupata Province Osservatorio Sicurezza Lavoro Vega Engineering 31.05.2016 (fonte dati INAIL)

Statistiche Morti sul Lavoro Triveneto – Osservatorio Sicurezza Lavoro Vega Engineering 31-05-2016

Ci auguriamo che il comunicato e le tabelle statistiche possano diventare un utile strumento di lavoro per Voi e possano contribuire a diffondere la cultura della sicurezza sul lavoro.

 

Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering

Documenti correlati

  • Comunicato-Morti-Bianche-Primi-5-mesi-2016-NordEst.pdfScarica

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni